Come sconfiggere la censura di Internet

“Nonostante la garanzia del libero accesso alle informazioni sancito dall’articolo 19 della Dichiarazione universale dei diritti umani, il numero di paesi impegnati nella censura di Internet continua ad aumentare. [1]

Questa definizione di Wikipedia di censura su Internet è valida come qualsiasi: la censura di Internet è il “controllo della soppressione di ciò che può essere consultato, pubblicato o visto su Internet”. Dal cosiddetto Grande Firewall della Cina attraverso la Corea del Nord e ovest attraverso l’Iran , Arabia Saudita, Siria e Cuba, la censura di internet blocca il libero accesso alle idee e alle comunicazioni globali.

La censura di Internet è una risposta a ciò che i paesi autoritari considerano una minaccia: in Cina, al governo a partito unico, per gli altri un’indesiderabile esposizione a idee politiche o religiose in contrasto con la struttura del potere. Questa censura viene generalmente applicata dalle normative e dalla tecnologia di blocco.

Come funziona la censura.

I paesi le cui autorità controllano i server Internet utilizzano una varietà di metodi per negare l’accesso o censurare l’uso di Internet da parte dei cittadini:

Reindirizzamento o filtraggio del Domain Name System (DNS)
I governi censuranti alterano o cancellano il registro di un DNS che ospita contenuti indesiderati. Il sito diventa invisibile ai browser. I modi per aggirare il filtro DNS includono l’uso dei nomi di dominio più comuni come Google Public DNS. L’utilizzo di Google e servizi simili richiede la riconfigurazione del sistema operativo dell’utente.

Blacklist (IP) indirizzo Internet Protocollo / blocco
I governi censuanti possono facilmente controllare o bloccare l’accesso a un indirizzo IP noto. Le autorità di censura raccolgono un elenco di indirizzi IP di quei siti Web che vogliono censurare. Mentre i cittadini compongono l’indirizzo IP nella lista nera, l’accesso è bloccato. Allo stesso modo, non è possibile accedere a tutti gli indirizzi IP che risiedono sullo stesso server di hosting.

Scansione di URL (Uniform Resource Locator)
Usando il filtro URL, i censori di Internet bloccano l’accesso a quei siti web in base al filtro delle parole chiave nella lista degli URL bannati. Alcuni censori usano software di filtraggio per scansionare il traffico internet non criptato per le parole chiave in blacklist. Quelle parole chiave vietate non devono far parte dell’indirizzo internet. Il software può eseguire la scansione di singole pagine Internet per le parole chiave in blacklist su entrambe le estremità, nella richiesta del browser Web dell’utente e nelle pagine restituite all’utente.

Censura avanzata dei DPI (deep packet inspection)
Il DPI viene in genere utilizzato dai paesi che utilizzano controlli Internet particolarmente forti. Mentre i pacchetti di informazioni migrano tra i server, la tecnologia DPI discerne il tipo di traffico trasferito tra l’utente e il server di destinazione.

Firewall sofisticati, come in Cina, possono persino rilevare e deviare il traffico crittografato VPN o Tor. Ci sono modi per aggirare DPI, ma coinvolgono misure piuttosto sofisticate oltre la capacità tecnica dell’utente medio web.

I migliori strumenti per sconfiggere la censura di internet

Per l’utente medio di Internet, strumenti tecnologici come le reti private virtuali di Surfshark (VPN), Smart DNS, The Onion Router Tor) e i proxy Web possono superare in astuzia la censura su Internet. Ecco come funzionano:

Le VPN sbloccano i siti Web bloccati.
Una VPN reindirizza la connessione Internet dell’utente attraverso un server remoto sicuro e nasconde l’indirizzo IP dell’utente. Le VPN consentono l’accesso a siti Web bloccati in base all’indirizzo geografico dell’utente.

Le VPN sono particolarmente abili nell’accedere a siti Web con restrizioni regionali. Conosciuto come “geo-blocco”, questo accesso limitato blocca gli utenti al di fuori dell’area geografica del server host. Le VPN possono anche ignorare il filtraggio degli URL e il blocco degli indirizzi IP.

Allo stesso modo, la crittografia e la privacy fornite da VPN sono particolarmente preziose nelle transazioni di valuta criptate. I cosiddetti “cripto minatori” hanno bisogno del livello di sicurezza aggiuntivo della VPN per evitare il furto online e compromettere la chiave d’accesso.

Smart DNS può mascherare l’indirizzo IP dell’utente
Smart DNS è un modo più rapido per accedere a siti Web geolocalizzati come Netflix, Hulu e così via, che bloccano l’accesso fuori regione. Mentre il DNS intelligente non nasconde completamente l’indirizzo IP dell’utente, nasconde la posizione geografica di origine. Poiché il DNS intelligente non è crittografato, è in genere più veloce, anche se meno sicuro.

The Onion Router (Tor) evita la sorveglianza.
Il browser Tor funziona in qualche modo come una VPN. Tuttavia, ogni volta che un utente accede a Tor, il dispositivo seleziona tre proxy casuali e inoltra il traffico dell’utente attraverso tutti e tre.

Conosciuti come relè Tor, ce ne sono diverse migliaia operati da volontari. Ogni volta che il traffico passa attraverso un relè, si verifica un livello separato di crittografia. Pertanto, né l’ISP dell’utente né i relè stessi possono trovare l’indirizzo IP dell’originatore e la posizione dei siti Web a cui si accede.

Configurato correttamente, Tor può bloccare la maggior parte dei tipi di sorveglianza e sbloccare i siti. Tor deve comunque essere usato con cautela. È la porta verso i siti Web oscuri, dove si verificano spesso transazioni illegali. Gli utenti degli Stati Uniti devono essere consapevoli del fatto che Tor è sorvegliato attentamente dalle forze dell’ordine federali.

Avvertenza: quando si utilizza Tor, l’utente deve comunque utilizzare una connessione sicura al sito Web visitato. La connessione sicura (HTTPS) deve essere attiva prima che l’utente invii o riceva informazioni su Tor.

I siti Web proxy ignorano l’accesso Web bloccato.

Un proxy può essere un intermediario tra la piccola rete dell’utente e l’accesso al web. L’utilizzo di un sito Web proxy è un modo per aggirare il geo-blocco, poiché l’indirizzo IP dell’utente è bloccato. I proxy inoltre memorizzano nella cache i siti Web per un accesso più rapido la seconda volta.
Attenzione: i proxy non offrono lo stesso anonimato di VPN e Tor. Il proprietario del sito web del proxy può facilmente leggere l’indirizzo IP dell’utente.

Un’ultima parola sulla comprensione della censura di internet

Ogni tecnica di censura ha la sua efficacia e debolezza. Gli utenti che tentano di superare la censura di Internet dovrebbero, piuttosto che cercare di capire quale sia una tecnica particolare, dovrebbero seguire il consiglio nell’articolo citato all’inizio di questo articolo.

Essenzialmente si riduce ad assumere sempre lo scenario peggiore, vale a dire:

● La censura che l’utente sta sperimentando è probabilmente efficace a livello nazionale sia a livello di ISP che sulla rete locale dell’utente.
● Il doppio blocco delle ricerche DNS e delle richieste di contenuto viene bloccato.
● Le liste nere esistono sia per i nomi di dominio che per gli indirizzi IP.
● Tutte le transazioni internet sono monitorate per le parole chiave.
● Gli utenti riceveranno un motivo fuorviante quando un sito bloccato non riesce a caricare.
Indipendentemente dai metodi usati per la censura, gli strumenti di elusione sicuri ed efficaci dovrebbero funzionare. La VPN, tuttavia, è lo strumento migliore per mantenere l’anonimato online e la censura di Internet superata in astuzia.

Riferimenti:
[1] Citato da articolo sulla sicurezza in-one-box on line, Rimanere anonimo e Bypass censura su Internet, aggiornato l’11 dicembre 2018, accessibile dal 20 marzo 2019